Apple potrebbe valere 1000 miliardi di dollari con la riforma Trump

Il Presidente Donald Trump ha annunciato la nuova riforma fiscale americana e tra le novità vi è sicuramente una che le aziende IT leader potranno utilizzare per mettere ancora più fuoco nel loro camino. Sì, perché secondo la riforma, realtà come quella di Apple potrebbero far rientrare capitali finanziari dall’estero aumentando dunque la capitalizzazione fino a livelli mai pensati ad oggi. Si parla addirittura di 1.000 miliardi di dollari solo per l’azienda di Cupertino.

Secondo l’analista Amit Daryanai che lavora per la RBC Capital Markets, Apple, grazie alla riforma messa in atto dal Presidente degli Stati Uniti d’America riuscirebbe a beneficiari di privilegi capaci di aumentare la capitalizzazione dell’azienda a livelli incredibili. Si parla infatti di una crescita tra i 4$ e i 4.50$ degli utili per azione che dunque potrebbero portare Apple proprio a superare i mille miliardi di dollari per il 2018.

Il piano sulle tasse prescrive una riduzione delle aliquote individuali federali da sette a tre o quattro. Vengono fissate al 12%, al 25% e al 35 per cento. Con l’opzione di un’ulteriore soglia più alta, in risposta a critiche che dipingevano la riforma come troppo favorevole ai più abbienti e antitetica al populismo di Trump, seppur al di sotto dell’attuale massimo del 39,6 per cento. L’approvazione della riforma è ancora lontana soprattutto perché afflitta da una serie di problematiche che riguardano appunto i dettagli sulle modalità da realizzare per compensare proprio l’assenza di introiti.

Per il business, il vero cuore del progetto, il taglio dell’aliquota corporate risponde alle invocazioni di gran parte delle imprese e del mondo politico. Trump avrebbe preferito scendere fino al 15%, ma quella soglia si è rivelata irrealistica. Secondo il vero progetto, tuttavia, aumenteranno incentivi a investimenti e facilitazioni alla deduzione di spese, verrà introdotta una bassa una tantum per il rimpatrio di profitti dall’estero e avviato un sistema di tassazione più territoriale, cioè basato su imposte pagate nei paesi dove gli utili sono generati.

All copyrights for this article are reserved to HWupgrade