Futuri best seller SSD a confronto: Crucial MX500 vs Samsung 860 EVO

Si pu prendere a riferimento qualsiasi shop e non solo in Italia e si
arriverebbe alla stessa conclusione: gli SSD SATA pi venduti sono quelli a
marchio Samsung e Crucial, rigorosamente in ordine di market share, forti di un
rapporto qualit prezzo che ad altri produttori in parte mancato, oppure sono
arrivati un po’ tardi quando la fiducia del pubblico era gi orientata verso
altro.

Il successo di Samsung e Crucial nel settore SSD SATA trae origini da diversi
fattori. Il primo quello di essere produttori dei chip memoria integrati nei
propri SSD, non dovendo quindi ricorrere a terzi per la fornitura. Questo
significa un intermediario in meno, a tutto vantaggio del prezzo finale che in
questo settore una lotta all’arma bianca. Il secondo, non per importanza,
quello di aver realizzato prodotti performanti e convincenti, spesso pi della
concorrenza diretta. Le serie Samsung 850 EVO e Crucial MX e BX, insomma, hanno
lasciato ad altri produttori solo le briciole, anche grazie ad accordi
commerciali azzeccati con i maggiori distributori.

Ma il tempo passa ed tempo di rinnovo di gamma: recentemente Samsung ha
presentato i propri SSD 860 EVO, mentre Crucial ha messo in campo i nuovi
MX500,
abbandonando la doppia linea BX e MX che ha caratterizzato la precedente
generazione. Ora, insomma, ben chiaro quale SSD Crucial valutare per
l’acquisto (c’ un modello solo), ma risulta comunque difficile capire quale
scegliere in caso di indecisione. Questo articolo di ripropone di analizzare
sotto diversi aspetti quelli che diventeranno, con buona probabilit, gli SSD
best seller nel loro settore, essendoci tutte le premesse per confermare i
successi del passato.

I prezzi al lancio convincono, mentre sul piano prestazionale e delle
caratteristiche tecniche c’ qualche evoluzione, fermo restando il limite
teorico dei 600MB/s imposto dal SATA 6. Gi, perch valutare comunque un SATA,
in un mondo che va verso il PCIe NVMe su slot M.2, ormai diffuso? I motivi
possono essere molteplici ma possiamo citarne tre su tutti, ovvero il prezzo
per GB delle soluzioni SATA
, i tagli disponibili e il parco PC,
specie dei portatili
, che ancora non dispone di uno slot M.2. Ben lontane
dall’essere morte dunque, le soluzioni SSD SATA, che restano le unit a stato
solido con il miglior rapporto prezzo/capienza. Analizziamo ora le nuove serie
Crucial e Samsung.


Il confronto con le serie precedenti mostra alcuni cambiamenti in comune che
vanno a coinvolgere controller e chip memoria. Sul fronte Samsung si assiste al
passaggio ad un controller chiamato MJX, contro il modello MEX della precedente
generazione (poche differenze). Per quanto riguarda i chip, invece, vengono ora
adottati quelli 3D TLC a 64 layer e da 512Gb, pi “densi” e che possono
quindi ridurre i costi a parit di capienze, una volta entrati a regimi alti di
produzione.

Per Crucial il cambio del controller sulla carta pi “drastico”. La serie
precedente adottava l’ottimo Marvell 88SS1074, che cede il posto a quello che
sulla carta potrebbe sembrare inferiore a livello di qualit, ovvero il Silicon
Motion SM2258, quindi nemmeno si parla del pi recente SM2259. Secondo Crucial
per l’SM2258 ottimo in abbinamento con i nuovi chip TLC a 64 layer, anche
meglio del Marvell. Altro step in avanti rispetto alla precedente generazione
la garanzia portata a 5 anni (prima erano 3).

Prendiamo in esame ora i risultati ottenuti con i benchmark AS SSD,
CrystalDiskMark e Advil, analizzando il comportamento in termini di transfer
rate e di IOPS. Abbiamo scelto di utilizzare pattern da 1GB e da 10GB (il pi
alto possibile) con AS SSD, 1GB e 32GB con gli altri due strumenti. Lo scopo
quello di osservare il comportamento degli SSD in diversi scenari, compresi
quelli in cui non riesce ad intervenire la funzionalit di caching.

ASSSD 1GB

AS SSD, con pattern da 1GB in lettura e scrittura, mette in mostra un
comportamento prestazionale del tutto sovrapponibile da parte dei due SSD in
test. I valori sono praticamente identici negli scenari sequenziali, 4k e 4k 64
Thread.

ASSD IOPS 1GB

Risultati praticamente identici anche andando ad analizzare gli IOPS, sia in
lettura sia in scrittura.

ASSSD 10GB

Con pacchetto da 10GB le cose non cambiano di molto, se non per un calo
dell’unit SSD Samsung in scrittura in concomitanza con scenari 4k 64 Thread,
che per onestamente poco identificativo di quello che pu essere considerato
uno scenario comune.

ASSD IOPS 10GB

Riflette quanto visto con il transfer rate anche l’andamento degli IOPS; in
scrittura e nello scenario 4k 64Thrd Samsung paga qualcosa nei confronti
del concorrente, restando per nell’orbita degli scenari meno frequenti.

ASSD COPY 10GB

Lo scenario che prende in esame pacchetti differenti da 10GB, il
comportamento del Crucial MX500 apparso pi convincente rispetto al rivale
Samsung 860EVO negli scenari Program e Game. Sono differenze sensibili, anche se
evidenti quando i pacchetti dati diventano di diversi GB. Per pacchetti pi
limitati, fino a 2GB, i sistemi di caching permettono di appianare le
differenze.

CrystalDiskMark

Le immagini parlano da sole: inutile dilungarsi in troppi discorsi, visto che
la sostanziale sovrapposizione dei risultati viene confermata anche in questo
test.

Anche con pacchetto dati da 32GB, quello pi grande messo a disposizione da
CrystalDiskMark, la situazione non cambia.

Anvil Pro

Riportiamo per comodit i risultati completi dei test Anvil Pro riferiti agli
scenari da 1GB e 32GB, alla ricerca di eventuali differenze prestazionali in
scenari molto differenti.

Scenario 1GB



Passare col mouse sopra l’immagine per il confronto

Scenario 32GB



Passare col mouse sopra l’immagine per il confronto

Anvil Pro fa registrare un rating superiore per l’unit Samsung, sebbene di
poco. Anche in questo caso comunque le differenze sono minime, come lecito
attendersi con unit disco SATA giunte a maturazione.

Analisi dei prezzi








Prezzi – Versioni 2,5 pollici

Samsung 860 EVO

Crucial MX500
250GB 77,08 71,30
500GB 139 119,90
1TB 264,90 229,19
2TB 547,40 457,83
4TB 1159,39 ND

Una comparazione diretta dei prezzi (fonte Amazon) ci permette di notare come
le unit da 2,5 pollici Crucial MX500 abbiano un prezzo inferiore alle dirette
concorrenti di casa Samsung, talvolta sensibili come nel caso dei tagli pi
elevati. Crucial, insomma, adotta una politica di prezzi molto aggressiva per
conquistare sempre pi quote di mercato.








Prezzi – Versioni M.2

Samsung 860 EVO

Crucial MX500
250GB 87,90 77,52
500GB 144,58 125,39
1TB 280,70 243,59
2TB 574,53 ND
4TB ND ND

Le versioni M.2 mostrano un prezzo di commercializzazione che ricalca le
differenze viste con i 2,5 pollici.








Prezzi – Versioni mSATA

Samsung 860 EVO

Crucial MX500
250GB 91,97 ND
500GB 152,73 ND
1TB 292,20 ND
2TB ND ND
4TB ND ND

Samsung l’unica a proporre la nuova serie anche con i formato mSATA, che
risulta comunque la versione pi cara di tutte a parit di capienza.

Qualche considerazione

Lo scopo di questa recensione stato chiaro fin dall’inizio, ovvero
analizzare pregi ed eventuali difetti di quelle che si accingono a diventare le
unit best seller nel mercato SSD SATA da 2,5 pollici. Ben consapevoli del fatto
che il SATA 6Gbps mostra grandi limiti, vista anche la diffusione di SSD M.2 con
interfaccia PCIe, rimane il fatto che il “vecchio” formato ancora il pi
venduto e richiesto dal mercato.

Le prestazioni, inoltre, non sono cos scontate come pu sembrare. Ci
capitato in passato di analizzare unit SSD che mostravano grandi limiti in
situazioni particolari. Questi cali non li abbiamo notati con i modelli presi in
esame, motivo per cui la quasi omogeneit delle prestazioni di Samsung 860 EVO e
Crucial MX500 una buona notizia per il consumatore, messo nelle condizioni di
poter contare in entrambi i casi su ottime soluzioni.



Samsung 860 EVO Crucial MX500

PRO

  • Tagli e formati disponibili
  • Prestazioni

CONTRO

  • Prezzo rispetto al concorrente

PRO

  • Prezzo
  • Prestazioni

CONTRO

  • no mSATA
  • nessun modello 4TB

Crucial, insomma, ha lavorato bene con la nuova serie MX500, che si sentiamo
di promuovere a pieni voti anche in considerazione del prezzo. Certo, l’unit Crucial analizzata nel taglio da 500GB, contro i 250GB del modello Samsung, ma si possono considerare alla pari in quanto sono distanti i tempi in cui c’erano grosse differenze fra un taglio e l’altro, registrate per giunta, quasi sempre, su capienze ben inferiori. Presto
pubblicheremo anche recensioni di SSD PCIe, per i quali servono considerazioni
diverse ma sono anche altri i valori in campo a livello prestazionale.

* * *

All copyrights for this article are reserved to HWupgrade