HomePod Apple: secondo Consumer Reports ”suona” peggio di Google Home Max e Sonos One

HomePod è finalmente arrivato sul mercato e nei paesi “fortunati” come gli USA, il Regno Unito e l’Australia gli utenti come anche le testate giornalistiche hanno potuto metterci le mani sopra come anche le orecchie. Ecco che le prime recensioni non hanno fatto altro che appurare una qualità costruttiva eccellente come da previsione così come anche la qualità audio che per la maggior parte degli esperti è stata reputata elevata. Non per tutti però visto che Consumer Reports ha sottolineato alcune problematiche riscontrate su HomePod tali da renderlo meno efficace rispetto ai vari Google Home Mx e Sono One.

In questo caso secondo Consumer Reports, il nuovo HomePod, possiede sì una qualità audio decisamente buona ma è altrettanto vero che questa non sembrerebbe essere alla pari con quella degli altri speaker portatili. Sulla base, infatti, dei test condotti dalla testata giornalistica vengono innanzitutto criticati i bassi dello speaker Apple che viene considerato “rimbombante e troppo enfatizzato”. Non solo perché anche i suoni medi sono risultati un po’ troppo confusi e nel complesso HomePod risulta “un po’ fangoso” all’ascolto soprattutto rispetto a ciò che viene fuori da Sonos One o da Google Home Max.

Insomma una recensione che va un po’ contro il coro delle altre anche se effettivamente non reputa HomePod uno speaker pessimo o di bassa qualità anzi tutt’altro. Il problema, secondo la testata, sta nel fatto che il prodotto di Apple non riesce a raggiungere la stessa qualità trovata invece negli altri dispositivi. Non solo perché anche l’operabilità i Siri in questo caso è inferiore rispetto a Google Assistant e ad Alexa, sempre secondo Comsumer Reports.

Ricordiamo come il nuovo device di Apple sia stato presentato come un vero e proprio smart speaker sulla falsa riga degli altri avversari quali Google Home in primis. La versione di Tim Cook & Co. in questo caso possiede una forma cilindrica con facce superiori ed inferiori che tendono a raccordarsi, curvandosi, in modo da permettere una visione di insieme delicata e soprattutto coperta da uno strato di tessuto elegante.

Tecnicamente l’altoparlante sfrutta un woofer da quattro pollici ed una matrice da sette tweeter capaci di ottenere, a detta di Apple: “alti puri con un incredibile controllo direzionale e potenti tecnologie che vengono integrate per preservare la ricchezza e l’intento delle registrazioni originali”.Al suo interno presente il processore A8 realizzato sempre dall’azienda di Cupertino come anche sei microfoni che permettono al device di interagire completamente con l’utente il quale potrà impartire azioni vocalmente e ricevere risposta da Siri, integrata.

All copyrights for this article are reserved to HWupgrade