Intel inizia a testare il chip Spin Qubit: il più piccolo per l’informatica quantistica

Intel, precisamente la sua divisione ricerca, ha reso noto nuovi passi nel
settore dei computer quantistici, comunicando l’inizio della fase di test
per il suo chip denominato Spin Qubit.

Creato presso la sede Intel D1D Fab in Oregon, si basa sulle
medesime tecniche di produzione oggigiorno utilizzate, frutto di 50 anni di attivit nel
settore, per i tradizionali chip costituiti da silicio e transistor, ma al posto di
quest’ultimi componenti la tecnologia quantistica prevede l’adozione dei qubit,
ovvero “bit quantici”, costituiti da un singolo elettrone, caratterizzato da funzioni
ben oltre ai semplici stati 1-0 degli attuali transistor
concetto sul quale si
basa la moderna informatica, offrendo pi variabili di funzionamento che si traducono
in un’enorme maggiore potenza di calcolo.

Lo Spin Qubit attualmente il pi piccolo chip di calcolo quantistico che Intel
abbia realizzato, ha dimensioni pi piccole di una gomma di matita, ma
idealmente, quando i processi produttivi lo permetteranno, sar in grado di
condensare fino 1.500 qubit nel diametro di un singolo capello umano.

Poche le specifiche tecniche rese note: nessuna informazione circa la quantit di qubit raggiunta, si fa riferimento alle loro dimensioni che si attestano in circa
50 nanometri, il funzionamento di questi componenti richiede temperature di funzionamento estremamente basse, vicino allo zero assoluto cio a -273 C; le attuali dimensioni “generose” del
chip e le linee chiare che si vedono sono principalmente necessarie per un suo pi
facile collegamento al mondo esterno, lasciando ampio margine di rimpicciolimento
per gli sviluppi dei prossimi anni e dando la possibilit di concentrare in
un’unica unit migliaia o addirittura milioni di qubit.


Resta aggiornato sulle ultime offerte




Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali



All copyrights for this article are reserved to HWupgrade