OnePlus ruba i dati dei propri utenti? Non più di Google ed Apple

Cattive notizie in arrivo per la famosa casa produttrice di smartphone cinese OnePlus, secondo un ricercatore di sicurezza indipendente britannico di nome Christpher Moore vengono raccolti fin troppi dati dai vari dispositivi. Non parliamo solo delle classiche informazioni a proposito del’utente ma anche apertura/chiusura delle app, stato batteria, stato root, nome delle connesioni Wi-Fi, schede browser aperte, codici IMEI, numero di telefono, operatore e molto altro.

Apparentemente potrebbero sembrare dati innocui anche sapendo che sono tutti rigorosamente anonimi, ma sappiamo che la stessa OnePlus a vendere in prima persona i suoi smartphone quindi non crediamo sia molto complesso per loro risalire ai dati dell’utente in questione. Sappiamo pero che questi dati vengono trasmessi tramite una una connessione sicura HTTPS difficilmete penetrabile.

In poche parole i nostri dati sono al sicuro ma non nelle nostre mani. OnePlus risponde dicendo che il tutto ha il fine ultimo di migliorare l’esperienza dei loro dispositivi e si puo disattivare questa opzione dalle Impostazioni > Avanzate > Partecipa al programma di miglioramento dell’esperienza d’uso.

Sembra per difficile accusare una casa relativamente piccola come OnePlus quando pi che risaputo che i vari Google, Apple, Microsoft facciano lo stesso da anni. Sicuramente se questa impostazione fosse pi “visibile” e OnePlus avvisasse i propri utenti sarebbe stato il tutto pi gradito e leale nei confronti dei propri clienti.

All copyrights for this article are reserved to HWupgrade