S.T.A.L.K.E.R. 2: riprende lo sviluppo

Quello di S.T.A.L.K.E.R. 2 un progetto che andato avanti a singhiozzo con i lavori che formalmente sono sospesi da circa 6 anni. Ne abbiamo sentito parlare per l’ultima volta, infatti, nel 2012, quando veniva descritto come basato su “un nuovo motore grafico DirectX 11 pensato per sfruttare le caratteristiche dell’hardware pi avanzato su PC. Veniva confermata la stessa struttura free roaming del predecessore e di scenario post-apocalittico, oltre che di interazione con gli Npc, nuovi mutanti da affrontare e nuove armi”.

Adesso si torna a parlare S.T.A.L.K.E.R. 2, anzi lo fa proprio Sergiy Grygorovych, fondatore e proprietario di GSC Game World, in un post su Facebook. “Oggi, 15 maggio 2018, dichiaro ufficialmente che GSC Game World sta sviluppando S.T.A.L.K.E.R. 2”, si legge in quel post. E non finita, perch stato lanciato un nuovo sito ufficiale di S.T.A.L.K.E.R. 2, in cui si indica quale anno di rilascio del gioco il 2021.

S.T.A.L.K.E.R.

S.T.A.L.K.E.R. una serie di videogiochi liberamente ispirati al film Stalker di Andrej Tarkovskij del 1979. Sono ambientati nella “Zona”, un’area contaminata nella zona limitrofa a Chernobyl all’indomani della catastrofe nucleare. In un futuro post-apocalittico un nuovo strano fenomeno colpisce l’area rendendo la zona pi contaminata di prima, mentre alcuni approfittano della situazione per depredare. Questi individui vengono genericamente chiamati S.T.A.L.K.E.R., acronimo che sta per “Scavengers Trespassers Adventurers Loners Killers Explorers Robbers” (“sciacalli trasgressori avventurieri solitari assassini esploratori rapinatori”).

All copyrights for this article are reserved to HWupgrade